Indirizzo Musicale

 

REGOLAMENTO INDIRIZZO MUSICALE SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO

Dall'anno scolastico 2015-2016, con l’attivazione del Corso a Indirizzo Musicale, secondo le modalità previste dal D.M. 201 del 6 agosto 1999, l'Istituto Comprensivo “P. Vannucci” di Città della Pieve offre agli allievi della Scuola Secondaria di I grado questa importante opportunità formativa in ambito musicale.

Tale Corso, che ha durata triennale, consente agli allievi iscritti di studiare uno dei seguenti strumenti musicali proposti (con delibera del Collegio dei Docenti del 16/10/2014 e del Consiglio d'Istituto del 17/10/2014):

CHITARRA - FLAUTO TRAVERSO – PERCUSSIONI - PIANOFORTE

Referente e coordinatrice dell'Indirizzo Musicale è la Prof.ssa Paola Tortora.

I docenti di strumento, anno scolastico 2019-2020, sono:

-       chitarra: Prof. Mario Moles (classe 1°, 2° e 3°)

-       flauto traverso: Prof.ssa Carla Cerbini (classe 1°, 2° e 3°)

-       percussioni: Prof. Massimo Onofri (classe 1°, 2° e 3°)

-       pianoforte: Prof. Matteo Gobbini (classe 1°) e Prof.ssa Sabina Belei (classe 2° e 3°)

ISCRIZIONE AL CORSO A INDIRIZZO MUSICALE

All'atto dell'iscrizione alla Scuola Secondaria di I grado, gli alunni che desiderino frequentare i corsi a Indirizzo Musicale dovranno farne esplicita richiesta compilando l'apposita area nel modulo di iscrizione on line e indicando gli strumenti in ordine di preferenza (si cercherà di tener conto di tale preferenza in fase di assegnazione dello strumento). Inoltrata la richiesta, l'alunno sosterrà un'apposita prova orientativo-attitudinale.

PROVA ORIENTATIVO-ATTITUDINALE

L’ammissione degli alunni al Corso a Indirizzo Musicale è subordinata al superamento della prova orientativo-attitudinale, basata su test ritmici, di intonazione e un colloquio, che serviranno a valutare le caratteristiche fisiche in relazione agli strumenti insegnati nell’Istituto, le attitudini musicali e la motivazione del candidato. Per l’accesso alla prova, non è richiesta alcuna conoscenza musicale obbligatoria pregressa.

I candidati che hanno già avviato lo studio di uno strumento, oltre a dichiararlo durante il colloquio, possono eseguire un piccolo brano a dimostrazione del livello raggiunto. Tale esecuzione costituirà un ulteriore elemento di conoscenza dell’alunno, anche se non concorrerà a determinare il punteggio totale.

La Commissione preposta alla prova è formata dagli insegnanti di musica e assegna a ogni allievo lo strumento sulla base della graduatoria scaturita dal punteggio ottenuto nella prova orientativo-attitudinale, tenendo conto delle preferenze espresse dal candidato (che hanno valore informativo e orientativo, ma non vincolante), della disponibilità dei posti nelle singole cattedre di strumento e anche di un’equilibrata distribuzione degli alunni nella classe di strumento.

Una volta ammesso al Corso a Indirizzo Musicale, l’alunno è tenuto a ottemperare a quanto previsto dalle indicazioni ministeriali e a frequentare per l’intero triennio: lo strumento musicale assegnato diventa, a tutti gli effetti, materia curricolare. Entro la fine del mese di ottobre, per gli alunni della sola classe prima, esiste la possibilità di cancellarsi dal corso per gravi motivi documentati.

 

I CORSI

I Corsi, tenuti da docenti specializzati, sono organizzati in due lezioni settimanali pomeridiane, di un'ora ognuna, dedicate alla musica d'insieme (per lavorare sulla pratica di insieme e di ascolto reciproco) e alla lezione individuale o per piccolo gruppo.

La lezione di Musica d'Insieme si terrà il lunedì con i seguenti orari:

-       13:45 – 14:45 musica d’insieme classe 1°

-       14:45 – 15:45 musica d’insieme classe 3°

-       15:45 – 16:45 musica d’insieme classe 2°

Per le lezioni individuali o per piccolo gruppo (2-3 alunni per ora) di strumento, all’inizio dell’anno scolastico, si effettua una riunione con i genitori per concordare l'orario. La presenza a tale riunione è indispensabile per la riuscita della formulazione dell’orario. In caso di assenza di un genitore, si riterrà che non esistano particolari esigenze (se non comunicate alla coordinatrice dell’Indirizzo Musicale precedentemente alla riunione), per cui l’orario verrà assegnato d’ufficio. Tali lezioni si svolgeranno in un’ora dei seguenti giorni:

-       martedì, mercoledì e venerdì tra le 13:45 e le 17:45

-       giovedì tra le 13:45 e le 16:45

Gli alunni che hanno lezione alle 13:45, non usciranno da scuola alle 13:25, ma, vigilati dai docenti incaricati, consumeranno, in Aula Magna, il rapido pasto portato da casa. Nel caso di uscita anticipata, si dovranno seguire le modalità previste da Regolamento d’Istituto.

Le attività dei Corsi sono curricolari e oggetto di valutazione riscontrabile sul registro elettronico. E' richiesta a casa una pratica costante con lo strumento, supportata dal materiale didattico suggerito dai singoli docenti che saranno a disposizione per eventuali consigli sull’acquisto. Data la natura di insegnamento pressoché individuale, i docenti non adottano libri di testo per le diverse specialità strumentali, ma si riservano di chiedere l’acquisto di metodi e spartiti in base al livello di ogni alunno.

Al termine del triennio, in sede d'esame, è prevista una prova pratica con lo strumento per la valutazione delle competenze raggiunte.

E’ possibile usufruire di un prestito temporaneo degli strumenti flauto traverso e chitarra, previa compilazione di una richiesta e compatibilmente con la disponibilità dello strumento.


LE ATTIVITA'

Diverse saranno le attività collegate al Corso a Indirizzo Musicale: saggi per classe di strumento e saggi per musica d'insieme, eventuali partecipazioni a concorsi e manifestazioni musicali. Durante l’anno scolastico, la scuola ricorrerà alla flessibilità dell'orario (D.P.R. 275 del 08/03/1999) per consentire la partecipazione a concorsi e rassegne. Di tale variazione sarà data preventiva comunicazione alle famiglie degli interessati.

 LA FREQUENZA

Le assenze nelle ore pomeridiane hanno la stessa valenza di quelle mattutine e contribuiscono a formare il monte ore annuale di assenze ammissibili. Vanno giustificate il mattino successivo con l’insegnante della prima ora. Se si è stati assenti anche il mattino è sufficiente una sola giustificazione per tutta la giornata.

Le richieste di uscite anticipate o di ingresso in ritardo dovranno essere effettuate secondo le modalità presenti nel Regolamento d’Istituto.

Dopo 4 assenze continuative (non dovute a malattia), viene convocata la famiglia per un approfondimento complessivo della situazione.

Eventuali assenze del docente di strumento saranno comunicate in tempo utile.

Usr Umbria
Feed non trovato

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.